Post Archive

aprile 2016

Luigi de Magistris

#sindacodistrada #diario del 28 Aprile 2016

Hotel Royal – Congresso nazionale dei geologi
Ore 9.30 – Presso l’hotel Royal Continental ho aperto i lavori del congresso organizzato dagli Ordini Regionali e dal Consiglio Nazionale dei Geologi “La geologia che verrà”. Abbiamo affrontato tutte le “applicazioni della geologia”, mai città più di Napoli era idonea ad ospitare un evento di questo tipo. Nessuna, al pari della nostra, ha un patrimonio nel sottosuolo ricco e prestigioso tanto quello visibile a cielo aperto.

Liceo Genovesi
Ore 10:15 – presso l’aula Magna del liceo genovesi, ho partecipato alla cerimonia finale del progetto denominato “marchio per l’associazione amici del liceo genovesi ONLUS”, sviluppato da 33 alunni delle classi IV D del liceo genovesi e V Q dell’istituto Casanova ed organizzato dallo storico liceo di piazza del Gesù, da Euforika Napoli e dall’Associazione amici del liceo Genovesi.

Ore 11:00 – a Palazzo San Giacomo una bellissima ventata di gioventù: mi sono venuti a trovare le bambine ed i bambini del 51 ^ istituto comprensivo Oriani-Guarino.
Li avevo incontrati a Marzo presso la loro bella scuola ed avevo chiesto alla dirigente scolastica Daniela Oliviero di accompagnarli a Palazzo San Giacomo.
Dopo la sala della Giunta ed il mio ufficio ancora un momento di allegria con la consegna delle medaglie. Il loro sorriso mi accompagnerà durante tutta la giornata.

Ore 12: 00 – Presso una delle sale della scuola Style Dance in via Ben Hur ho partecipato all’evento pubblico Città bene comune.
Ringrazio gli organizzatori per avermi invitato e ringrazio Stefano Fassina che nonostante sia impegnatissimo per la sua campagna elettorale come Sindaco di Roma e’ venuto a Napoli, segno questo del fatto che sul piano politico a Napoli si sta combattendo una grande lotta. Abbiamo affrontato il tema del bene comune.
A mio parere chiunque agisce per la comunità, anche se si tratta di un “soggetto privato”, fa un bene per la città e va apprezzato.
È importante ricordare che Napoli è l’unica città ad aver mantenuto la sovranità popolare, articolo 1 della Costituzione – referendum 2011 per l’acqua pubblica. Altro bene comune per me fondamentale è l’appartenenza alla propria terra. Rappresenta il più grande processo di emancipazione e di liberazione delle persone soprattutto quando ricominciano ad avere orgoglio e un forte spirito di appartenenza ad una città. Rispetto a 5 anni fa Napoli ha un maggiore senso di dignità di orgoglio di partecipazione. Tutto ciò è fondamentale perché deriva dal senso di appartenenza non ad un partito ma alla propria città quindi è fondamentale riacquistare questo attaccamento alla propria terra per poterla difenderle meglio.

Agorà demA – Via S. Brigida, 65 (www.agoradema.it)
ORE 19.00, Agorà Dema via Santa Brigida- Sono stato in Agorà per il forum “Come è bella la città”, un incontro di grande interesse e partecipazione. Come intervenire nella nostra città e come offrire al meglio il nostro supporto: sono stati questi i temi degli interventi del dibattito di questo pomeriggio. Ho dato il benvenuto anche a Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde Europeo, con cui mi sono confrontato più volte a Bruxelles e Strasburgo. Un ambiente caldo in cui si respira aria pulita, un mare pieno di persone, è questo quello che ho trovato in Agorà e mi sono reso sempre più conto di quanto a Napoli non ti puoi mai sentire solo perchè sei sempre accompagnato. La nostra forza è sempre stata il rapporto con la gente. Facendo il sindaco di strada mi sono aperto sempre più al dialogo, ricevendo abbracci, carezze ma anche rimproveri… funziona così quando ci metti la faccia. Napoli è città-paese, città-mondo, città-rivoluzione e la nostra rivoluzione comincia proprio dalle cose più semplici. Invertiamo i termini: si parla di progresso, sviluppo, crescita.. più consumi, più distruggi, più sei felice… è esattamente il contrario. Acqua, terra, aria, piccole opere pubbliche: sono questi veri segnali di controtendenza. Napoli è la città dell’acqua pubblica, la città dove la sovranità popolare viene rispettata! E’ la città del sole, dell’energia solare e della sostenibilità ambientale. Siamo orgogliosi del nostro porto denuclearizzato. Fare la rivoluzione governando: questo è quello che stiamo cercando di fare. Mentre gli altri alzano mura e mettono filo spinato, noi diamo cittadinanza ai figli degli immigrati, riconosciamo matrimoni omosessuali contratti all’estero. Napoli è una città di mare, il suo popolo è sintesi di contaminazioni culturali. Fondamentale è la nostra riconquista della nostra terra, una terra che produce a chilometro zero, una terra di passione, una terra vulcanica che sprigiona energie. Numerose sono state le nostre delibere sul bene comune, sugli usi civici. Il potere forte di questa città è il suo popolo, è il popolo che dà forza al sindaco e questo sindaco non si rivolge a sistemi inquinati, cricche e concentrazioni di poteri ma alla sua gente.
Napoli è una città con un grande cuore: umanità, accoglienza, sorrisi e creatività colpiscono sempre i turisti che raccontano finalmente una Napoli diversa. Tutto questo non fa solo bene al cuore ma anche all’economia, mette in moto un grande valore economico. Napoli è diventata un vero laboratorio politico di strada. Il segreto è semplice: amiamo la nostra città, l’idea che si può cambiare…soffriamo ed in fondo i napoletani hanno nella loro storia la sopportazione della sofferenza ma se cadiamo, ci rialziamo più forti di prima e neanche il piombo fuso può ributtarci giù. Con coraggio, onestà, autonomia e schiena dritta abbiamo liberato energie. Ci vuole una sintesi chiaramente, una quadra… è questa la nostra sfida ed è necessario una sempre maggiore responsabilizzazione dei cittadini.
Facciamo girare un po’ lo stivale, non accontentiamoci della sufficienza. Ci sono tanti problemi e siamo consapevoli che il percorso è appena iniziato. A noi però non servono opere faraoniche.. tutte le nostre sfide portano ad uno straordinario obiettivo: benessere comune individuale e collettivo, eliminazione delle disuguaglianze economico-sociali. Stando insieme, abbiamo scritto un’importante pagina di dignità.
Passione, coraggio e forza sono il miglior risultato in un mondo fatto di mala politica, mal’affare, filo spinato ed indifferenza. Puntiamo ora ad un’internazionalizzazione della città. Napoli cuore del Mediterraneo, città europea con il cuore rivolto al Sud, porta tra Oriente e Occidente, che rispetta e crede nei diritti e nella giustizia.

Teatro Mercadante
Ore 21:00 – Sono stato presso la sala del ridotto del Mercadante a vedere la bella piece teatrale di Giovanni Meola “Il giorno della laurea”. Cistiana Dell’Anna ed Enrico Ottaviano hanno interpretato magistralmente una coppia borghese vittima delle frustrazioni di una società massificata: splendido!

Ore 22:30 – Sono passato alla festa di compleanno della mia assessora Alessandra Clemente: auguri!

Leggi
Sindaco di strada

Siamo già in tanti a pochi minuti dall’inizio della presentare del libro “Voci sulla città” in vendita da ieri.
Con me sul palco di piazza Vanvitelli: Sandro Ruotolo, Gaetano Di Vaio, Chiara Guida, Giuseppe Ferraro, Giuseppe Aragno, Rosaria de Cicco, Luigi Bartalini, Arsenale K, e tanti altri.

Tutte le informazioni sul libro qui: https://www.facebook.com/Voci-sulla-citt%C3%A0-de-Magistris-e-la-Napoli-da-raccontare-227465064291428

Leggi
Sindaco di strada

Oggi alle 18.30 il Sindaco Luigi de Magistris sarà presente in Piazza Vanvitelli per presentare il libro “Voci sulla città” in vendita da ieri. Saranno presenti con lui “Sandro Ruotolo, Gaetano Di Vaio, Chiara Guida, Giuseppe Ferraro, Giuseppe Aragno, Rosaria de Cicco, Luigi Bartalini, Arsenale K”

Interventi musicali:
Riva, Pepp oh, Lello Petrarca, Marzouk Majeri- Fanfara Station
Modera : Anna Assumma (Giornalista)

Il dettaglio dell’evento qui: https://www.facebook.com/events/624371224393477

Ti aspettiamo!

Leggi
Sindaco di strada

Oggi ore 18.30 – Napoli – piazza Vanvitelli.
Presentazione del nuovo libro che indaga su quali trasformazioni hanno contribuito al cambiamento di Napoli e su quali si deve ancora lavorare.

Leggi
Bilancio e patrimonio comuneObiettivi raggiunti

[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” icon=”true” text=”Altro” tabcolor=”#e84e0f” tabheadcolor=”#ffffff” seltabcolor=”#cccccc ” seltabheadcolor=”#ffffff” tabhovercolor=”#cc3300″ (altro…)

Leggi
Sindaco di strada

Napoli ha detto sì al registro delle unioni civili
Si tratta di una battaglia civile nello spirito della nostra Costituzione: il riconoscimento di altre forme di convivenza diverse dal matrimonio, infatti, non può in alcun modo ledere il diritto di quanti contraggano il matrimonio.
Napoli dimostra ancora una volta di essere una città dell’inclusione, della Pace, della dignità. Una città aperta a tutte e a tutti, che garantisca pienamente anche il diritto all’amore, a vivere la vita nel modo più pieno, nel rispetto degli altri. In una parola: una città che riconosca il diritto alla felicità.

Leggi
Beni ComuniObiettivi raggiuntiPolitiche sociali associazionismo

[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” icon=”true” text=”Altro” tabcolor=”#e84e0f” tabheadcolor=”#ffffff” seltabcolor=”#cccccc ” seltabheadcolor=”#ffffff” tabhovercolor=”#cc3300″ (altro…)

Leggi
Sindaco di strada

“Io preferisco stare con i centri sociali piuttosto che con i casalesi” ha detto Luigi de Magistris affrontando il tema della questione morale riferendosi alle ultime vicende giudiziarie che vedono coinvolti esponenti del Pd campano e, allo stesso tempo, tornando sul tema delle contestazioni alla candidata sindaco del Pd Valeria Valente in occasione del corteo del 25 aprile. E alla Valente, de Magistris dice: “Dopo la vicenda di Graziano, la Valente ha detto che la politica deve fare di più, ma lei è arrivata alla candidatura a sindaco attraverso quella fotografia indecente delle primarie”. All’avversaria nella corsa a Palazzo San Giacomo, de Magistris ricorda che “a Napoli per fortuna la politica sta facendo di più. Qui il vero e unico potere forte è il popolo napoletano che cinque anni fa ha scelto il cambiamento e l’attuale sindaco”.

https://www.youtube.com/watch?v=qD_Ic3kpZlA

Leggi
Luigi de Magistris

#sindacodistrada #diario del 27 Aprile 2016

Barra
Ore 9:00 – Mi sono recato presso la scuola XLVIII circolo didattico Claudia Russo nel quartiere di Barra. Le ragazze e i ragazzi di questo istituto hanno svolto dei bellissimi progetti multiculturali di educazione alla diversità, intrattenendo relazioni e scambi con l’estero. Sono orgoglioso di questi giovani e delle loro e dei loro insegnanti. Oltre a questo progetto, la scuola porta avanti un prezioso laboratorio didattico musicale. Ascoltare il coro di queste voci mi ha regalato un’emozione fortissima; tantissimi artisti nazionali provengono da Napoli est. Il futuro di questi ragazzi è e deve essere arte e cultura. Poi il progetto archingegni con cui i ragazzi hanno disegnato la nuova Piazza De Franchis e l’amministrazione comunale ha adottato la delibera con cui si prevede la riqualificazione utilizzando il progetto risultato vincitore a scuola. Bravissimi tutti !

Castel dell’ovo
Ore 10:30 – Sono stato al Castel dell’Ovo per portare il mio saluto alla conferenza “Il crimine organizzato e l’economia legale”. Si è trattato di un importante incontro organizzato dal nostro Comune insieme a UNICRI, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di crimine organizzato, e al Dipartimento di Stato americano. Napoli è diventata un laboratorio di giustizia e legalità; abbiamo dimostrato come, mettendoci la faccia e con le mani pulite, é possibile fare antimafia, non a chiacchiere, ma con i fatti. Perché il vero brodo di cultura del crimine organizzato è la connivenza della mala politica. Dobbiamo partire dalle istituzioni per assicurare al nostro Paese un futuro di pace e giustizia, liberi dalla mafia e dalla violenza.

Ore 11:00 – A Palazzo San Giacomo ho ricevuto le ragazze e ragazzi provenienti da tutto il mondo protagonisti del progetto/laboratorio migrantour di integrazione dove cittadini migranti si offrono come guide turistiche delle loro città di accoglienza. É bellissimo vedere come l’identità originaria di questi nuovi nostri concittadini si fonda con la nostra cultura.

Camera di Commercio
Ore 12.00 – Ho portato il saluto della città ad un incontro organizzato dalla Camera di Commercio per promuovere gli investimenti italiani a Cuba e la cooperazione fra i due Paesi. Ho potuto quindi visitare la bella mostra di ‘carteles’ del cinema cubano con le fantasiose tavole degli artisti cubani; una pregevole iniziativa culturale promossa dall’Istituto di Cooperazione e Sviluppo Italia-Cuba e dall’associazione “Mira el sol”.

Stazione Centrale
Ore 14:00 – Oggi, al binario 9 della Stazione Centrale, ho portato il mio saluto ai bambini in pellegrinaggio per Lourdes con l’associazione Unitalsi. E’ stata una forte emozione vedere, nonostante le sofferenze, tante persone con un sorriso. Un grande lavoro delle famiglie e dei volontari Unitalsi che dà speranza e deve essere da esempio.

Ore 17:00 – Sono stato ad officiare il matrimonio di Emanuele e Renata al Maschio Angioino. Questi giovani sposi mi avevano espressamente scritto una lettera dove mi manifestavano il desiderio che fossi io a celebrare il loro matrimonio: è per me un piacere augurare loro una vita di amore e soddisfazioni.

Palazzo delle Arti di Napoli
Ore 18:00 – Sono stato al Pan, per assistere al vernissage e visitare la mostra #iPinhole. L’evento nasce dal talento di Luciana Latte e dalla caparbietà di Anna Riccardi, presidente della Fondazione Famiglia di Maria. Luciana è una straordinaria fotografa che per alcuni mesi ha lavorato con i ragazzi e le ragazze della Fondazione, usando la fotografia come strumento di coesione e conoscenza: i giovani sono stati invitati a fotografare il quartiere per raccontare la loro vita attraverso le immagini. Nasce così un percorso di emancipazione e scoperta del territorio e di se stessi, in un continuo rimando fra identità antropologica e del luogo: anima e corpo, passione e ragione.

Leggi