Post Archive

giugno 2016

Luigi de Magistris

#IIIMunicipalità #QuartiereStella #RioneSanità

Una bellissima serata al rione Sanità nell’ambito della manifestazione “Benvenuti al Rione Sanità”, rassegna di spettacoli ed eventi gratuiti, organizzata dalla Fondazione san Gennaro onlus. Abbiamo ascoltato i bravissimi ragazzi dell’Orchestra Sanitansamble che ci hanno allietato con delle esibizioni di assoluto livello. Molto belle le poesie del maestro Ino Fragna che raccontano le storie di abitanti, personaggi e cittadini del rione. Una serata veramente piacevole tra cultura e musica nel cuore del rione Sanità. Sono questi i segni tangibili del risveglio di un popolo, dei cittadini che diventano protagonisti dei propri territori e combattono il malaffare con gli strumenti più potenti che abbiamo per contrastare le mafie: cultura, musica, arte e passione. Sono tantissimi i ragazzi coinvolti in questi progetti e va tutto il mio ringraziamento a chi da anni porta avanti queste realtà. Il Comune sarà sempre in prima linea, sempre in sostegno ed aiuto per agevolare progetti e manifestazioni del genere.

#VIIMunicipalità #SanPietroaPatierno

Ho chiuso questa lunghissima giornata a San Pietro a Patierno per la festa del Santo patrono del Quartiere. Un mare di persone hanno affollato le strade di San Pietro tra musica, spettacoli e divertimenti. Ho passeggiato per il quartiere e approfitto per ringraziare le tantissime persone che, con grande affetto e trasporto, mi hanno fatto gli auguri per questo nuovo mandato. Davvero una grande folla e tantissima partecipazione in un bel clima di allegria e leggerezza. Ringrazio tutti e ringrazio don Francesco, parroco riferimento del quartiere, per la visita della parrocchia. Presto organizzeremo incontri e riunioni per continuare ad affrontare i diversi temi che interessano il quartiere, sempre con grande passione ed entusiasmo per migliorare giorno per giorno.

Leggi
Luigi de Magistris

Ho partecipato alla messa solenne al Duomo per celebrare i dieci anni del cardinale Crescenzio Sepe alla guida della Diocesi di Napoli.

Leggi
Luigi de Magistris

Ho partecipato alla festa di inaugurazione dell’Edison villaggio del rugby napoli, presso l’ex base NATO di Agnano, nel corso della quale abbiamo festeggiato la promozione in serie B della “Amatori Napoli Rugby”

Leggi
Luigi de Magistris

#Pianura #IXMunicipalità

Da settembre con l’avvio del nuovo anno scolastico nel quartiere #Pianura apriremo due nuovi asili nido in via Padula e in via Napoli, accoglieranno complessivamente 60 bambini di età compresa tra zero e tre anni. Iniziamo la nuova sindacatura, così come abbiamo iniziato la prima: con investimenti sulla scuola, sui bambini in un momento storico in cui non c’erano soldi. Investire sulla scuola, sulle insegnanti, sulla comunità scolastica non solo come luogo della conoscenza, ma come presidio della legalità e della costruzione di un futuro migliore.
Con l’apertura dei due nidi a Pianura salgono a 10 i nidi aperti in questi anni, con una particolare attenzione ai così detti quartieri di periferia.

Leggi
Luigi de Magistris

Oggi ho celebrato il matrimonio di una coppia giovanissima, Emiddio e Maria. Provo sempre una forte emozione quando due persone che si amano decidono di creare una famiglia. Possano l’amore e la lealtà accompagnare questi due ragazzi in una percorso di vita comune lunghissimo. Buona fortuna

Leggi
Sindaco di strada

Napoli sempre più smart, abbiamo ampliato i sistemi di pagamento della sosta, soprattutto grazie all’uso di smartphone.
Sono ben due le app utilizzabili in città per per il pagamento della sosta, due i sistemi a scalare con tessera e i consueti parcometri e grattini. Napoli una città sempre più smart, ecco quali sono attivi:

Pagamento tramite app Telepass
Con Telepass Pyng, è possibile pagare la sosta sulle strisce blu comodamente con un’app sul telefonino, anche senza avere il Telepass in auto, il servizio è gratuito ed è dedicato a tutti i clienti Telepass Family o Business.
E’ sufficiente scaricare l’app gratuita, inserire il codice area sosta e impostare la durata. Ovviamente è possibile pagare la sosta per più targhe contemporaneamente e modificare il termine della sosta anche a distanza. Non sono previsti costi aggiuntivi sulla tariffa della sosta. Per info http://www.telepass.it/Pyng

Pagamento tramite app Easy Park
Grazie all’apposita app Easypark disponibile su apple store, google play e windows phone l’utente può attivare e disattivare il pagamento della sosta in qualsiasi momento con il proprio telefono cellulare. Per info http://www.easyparkitalia.it

Pagamento tramite scheda prepagata Neos Park
E’ una scheda prepagata del circuito “Neos Park”. Si acquista in vari tagli nei punti vendita convenzionati in città, come edicole e tabaccherie. La ricarica si effettua ai punti di ricarica convenzionati o iscrivendosi al servizio di Ricarica on line. Per maggiori informazioni: www.neos-park.eu/#!napoli/chp0

Parcometro
Il pagamento al parcometro avviene inserendo monete da € 0.10, € 0.20, € 0.50, € 1.00 e € 2.00. Il biglietto rilasciato dal parcometro deve essere esposto sul cruscotto

Titoli prepagati (comunemente definito grattino)
Il titolo prepagato deve essere esposto sul cruscotto dopo aver grattato data, orario di inizio della sosta e targa.

Scheda Elettronica
La scheda elettronica a scalare ha un importo di euro 50,00 ed è programmabile in funzione del tempo di sosta desiderato (anche con la funzione di accensione posticipata).
E’ acquistabile presso le rivendite convenzionate.

Leggi
Luigi de Magistris

#PortodiNapoli visita Amerigo Vespucci

Ho visitato la storica nave della Marina militare Amerigo Vespucci. Varata nel 1931 nelle acque di Castellamare di Stabia l’Amerigo Vespucci è un vanto del nostro patrimonio industriale e culturale. Con piacere ho notato l’affetto e la curiosità dei nostri concittadini nel visitarla.

Leggi
Sindaco di strada

Ho inviato la mia risposta a Angela Turner che -tramite la stampa- ha voluto inviarmi una lettera per raccontare il tentativo di scippo subito in “Via Marina”.
____________

Cara Angela,

ho letto la sua lettera che mi ha indirizzato sulla stampa e voglio anzitutto dirle, al di là di ogni formula retorica, che sono profondamente dispiaciuto per l’esperienza che le è capitata. Come rappresentante della comunità cittadina, prima di qualsiasi altra considerazione non posso che chiederle scusa a nome della città di Napoli. Sono personalmente molto amareggiato ogni volta che la nostra proverbiale ospitalità viene tradita da episodi come quello che lei mi ha descritto, e le esprimo tutta la mia personale solidarietà, sia come sindaco sia come cittadino.

Nella sua lettera lei mi sollecita su una questione essenziale, quella della buona accoglienza e del diritto alla sicurezza; mi permetta allora di offrirle il mio punto di vista. Innanzitutto come le è ben noto la competenza in tema di sicurezza non è certamente una responsabilità del Sindaco e dell’Amministrazione comunale. Poi lei mi suggerisce il confronto con New York, altra grande metropoli che nella sua storia ha dovuto affrontare a più ondate l’emergenza criminale; e mi propone il modello di Rudolph Giuliani con la sua “tolleranza zero”.

Non entro nello specifico di questa proposta; anche se mi domando quanto quel tipo di politica super-repressiva, che punisce anche i graffitari e i lavavetri, possa davvero risolvere le questioni di una comunità complessa, dove il reato è spesso collegato al bisogno, al disagio, all’emarginazione. Ma considero prioritaria e indiscutibile la sua indicazione di ospite della città che, ritornando a Napoli, vorrebbe trovare una città più sicura, dove la vigilanza e il controllo del crimine da parte delle forze dell’ordine possano permeare il tessuto cittadino.

Il problema della microcriminalità a Napoli esiste, come esiste in gran parte delle metropoli del pianeta: esso va compreso e affrontato scientificamente, tenuto sotto controllo, combattuto negli effetti e curato nelle cause.
Ma per aumentare il senso di sicurezza di chi vive la città, dai nostri concittadini ai milioni di turisti che in questi anni l’hanno affollata, vissuta ed amata, c’è una sola cosa da fare: incrementare il presidio delle forze dell’ordine sul territorio . Ora, mi creda: sono cinque anni che da Napoli chiediamo al Governo di avere più forze dell’ordine in città, che pure – va detto – fanno un lavoro egregio in condizioni difficili per carenze strutturali e di risorse umane.
C’è un aspetto su cui come ente locale possiamo e dobbiamo agire: la prevenzione. I risultati saranno di lunga durata, si deve lavorare sulle generazioni, sui giovani, sulla devianza potenziale.

E su questo aspetto mi permetta di dire che facciamo – e continueremo a fare – un lavoro a testa bassa, che non si era mai visto prima. Ritengo che un sindaco debba guardare anche a un orizzonte di lungo respiro; e non c’è altro modo per allontanare i giovani dal crimine che offrire loro un’alternativa migliore, un’alternativa di bellezza, di autostima, di autonomia, di adesione ai valori comuni. Mi faccia dire con orgoglio che su questo lavoriamo con la massima tenacia e la più ferma convinzione.

Lei mi chiede quando potrà tornare a Napoli. Io non posso che risponderle: al più presto. Per molti anni New York ha avuto indici di criminalità ben più alti di Napoli, ma nessuno ha mai pensato di identificare la splendida metropoli americana con uno dei suoi aspetti deteriori; e i turisti, i viaggiatori, gli artisti, gli intellettuali hanno sempre risposto al suo abbraccio cosmopolita, mantenendo alto il livello di ossigeno culturale e civile, che è il maggior antidoto – a mio avviso – ai comportamenti criminali. Io la invito a fare lo stesso: a corrispondere l’abbraccio della nostra meravigliosa città, coi suoi tremila anni di storia, col suo incrocio di culture, con la sua bellezza struggente.

Abbiamo bisogno anche della sua fiducia per rafforzare il nostro respiro metropolitano ed europeo, e Napoli può restituire tantissimo in cambio. Allora quando tornerà, spero presto, sarei molto lieto d’incontrarla, anche per proseguire brevemente di persona questo nostro scambio di idee.

Con stima, Luigi de Magistris

Leggi
Luigi de Magistris

#Bagnoli #XMunicipalità

Insieme al presidente della municipalità Diego Civitillo ho partecipato in via Campi Flegrei, ad una affollata assemblea popolare nel cuore di Bagnoli. Numerosi cittadini sono intervenuti per rivendicare l’efficientamento dei servizi e hanno dimostrato assoluta maturità nell’intendere un’amministrazione partecipativa e partecipata dai cittadini stessi. Ho ricordato come proprio a Bagnoli abbiamo vinto anche contro il commissariamento imposto dal governo nazionale, ho quindi invitato il commissario a fare le valige e lasciare il quartiere. Il futuro di Bagnoli dovranno deciderlo bagnolesi e napoletani tutti. La bonifica dell’area ex Italsider come l’arenile e il mare di via Coroglio è una priorità assoluta. Come è prioritario che la manodopera da impiegare sia locale.

Leggi