Post Archive

febbraio 2017

Informazioni

L’altra mattina ho portato il saluto alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario al Tar Campania, soffermandomi in particolare sul modo con cui cerchiamo di interpretare le norme in maniera costituzionalmente orientata.

Leggi
Informazioni

Giovedì 23 Febbraio ore 11 – Maschio Angioino

Ho avuto il piacere di celebrare una unione civile speciale, quella che vede protagonisti due napoletani, Ciro Piccolo e Ciro De Maria, i quali si amano ininterrottamente da ben trent’anni. Una coppia splendida e circondata da decine di amici e parenti che con il loro calore ed i loro sorrisi mi hanno fatto sentire ancora più orgoglioso di aver lottato, e di lottare ancora, con sempre maggiore forza e determinazione, per il rispetto ed il riconoscimento di ogni forma di amore. A Ciro e Ciro i miei personali auguri di una vita piena e felice insieme.

Leggi
Luigi de Magistris con Stefano Rodota'
Cultura

Nei giorni scorsi all’Istituto Italiano degli Studi Filosoici ho ascoltato con enorme gioia una lezione di Stefano Rodotà sui Beni Comuni. A Napoli abbiamo dimostrato che i Beni Comuni vanno declinati (altro…)

Leggi
Informazioni

Giovedì 23 Febbraio 2017 – ore 11:00

Abbiamo accolto in visita a Palazzo San Giacomo, 46 ragazzi della scuola primaria Volpicella di Ponticelli, accompagnati dalle loro Maestre e da Suor Rachele .
I ragazzi hanno mostrato interesse e passione per la nostra storia, ho potuto notare il lavoro svolto dal corpo docente.
Ogni settimana accogliamo a San Giacomo alunni provenienti dalle scuole dell’intero territorio della città metropolitana di Napoli, un modo per creare una connessione con tanti giovani e ascoltare le loro soluzioni ai problemi che quotidianamente viviamo da cittadini.

Leggi
Luigi de Magistris

Nel Carnevale Gridas a Scampia c’è la Napoli che amiamo. Allegria, sensibilità, profondità, cultura, creatività. Le strade di Scampia – dalla sede dello storico Gridas di Felice Pignataro e della mitica Mirella – sino alle Vele sono state percorse da migliaia di persone in festa. Gente proveniente da tutti i quartieri di Napoli, da diverse parti d’Italia e anche dall’estero. Decine di associazioni, comitati e movimenti. La periferia centro di umanità. A Napoli fierezza e voglia di riscatto stanno facendo degli abitanti di Napoli la potenza del forte risveglio. A suon di tamburi e trombe del carnevale, Napoli vive con un’energia senza precedenti. Nessuno ci prenderà, il cammino verso la libertà totale è senza ritorno al buio del passato.

Leggi
Informazioni

Nei giorni scorsi all’Istituto Italiano degli Studi Filosoici ho ascoltato con enorme gioia una lezione di Stefano Rodotà sui Beni Comuni. A Napoli abbiamo dimostrato che i Beni Comuni vanno declinati interpretandoli in modo costituzionalmente orientato. Articolo 1: la sovranità appartiene al popolo; articolo 3: compito della Repubblica (cioè di tutti noi) rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. Il termine rimozione è forte ed impone la mobilitazione popolare laddove ci fossero ostacoli forti.
Articolo 9 la Carta difende e promuove cultura, ricerca e ambiente.
Come ha detto Rodotà attuare i Beni Comuni significa praticare l’utopia, abitare il futuro. Con le comunità che a Napoli hanno investito sul forte carattere della Costituzione e con le delibere che riconoscono a queste comunità autonomia e programmazione rappresentiamo una esperienza riconosciuta in tutto il mondo all’avanguardia. Rodota’ ci ha commosso citandoci quale esempio. Grazie grandissimo professore!

Leggi
Informazioni

L’altra sera ho partecipato alla presentazione del libro “Codice Inverso” scritto dalla giornalista e scrittrice Francesca Nardi. Un libro-inchiesta che parla della realtà camorristica dei Casalesi, dei fatti e degli eventi accaduti negli ultimi vent’anni, delle verità nascoste e dei tanti interrogativi che ancora oggi permangono. Soprattutto ecomafie e terra dei fuochi. Un lavoro che ha posto al centro della propria inchiesta la ricerca della verità parlando direttamente con i soggetti protagonisti di quelle vicende e provando a ricostruire i fatti e gli eventi dell’epoca con un punto di vista nuovo e diverso.

Leggi