Post Archive

maggio 2017

Sindaco di strada

Una delle mie canzoni preferite, una colonna sonora della vita. Da qualche giorno c’è un altro ricordo che sovviene quando sento o leggo Terra mia: il libro di Claudio Poggi lo storico produttore di quell’album dell’indimenticabile Pino Daniele e Daniele Sanzone cantante degli A67 ma anche autore e saggista.
Quanti anedotti, quanti ricordi in quelle pagine e nelle parole degli amici di sempre del Nero a metà che hanno fatto da cornice alla presentazione del volume alla Feltrinelli

Leggi
Sindaco di strada

Tanti impegni istituzionali, ma sempre in contatto con città, per strada, in radio e in tv. Ieri il punto sulle novità in città su Televomero a “Lente di ingrandimento”.

Leggi
Sindaco di strada

Sono sempre contento di portare il saluto a convegni internazionali che scelgono la nostra città. È stata la volta nei giorni scorsi del simposio europeo sull’ipertensione arteriosa che ha visto arrivare in città oltre 150 dei massimi esperti da tutta Europa. Buon lavoro e che sia stata anche l’occasione per visitare la nostra stupenda città.

Leggi
Sindaco di strada

Abbiamo voluto consolidare il racconto di queste testimonianze, ho voluto fortemente questo incontro con il presidente dell’ANPI Napoli, Antonio Amoretti, e quello dell’altra volta con l’avvocato Arcella, presidente nazionale dell’associazione internati nei lager. Ho ricevuto i​n Sala Giunta con il presidente dell’ANPI, Antonio Amoretti, i ragazzi delle scuole De Nicola e Sannazaro per parlare delle Quattro Giornate di Napoli ed i ragazzi rimangono colpiti perché sono testimonianze vere di gente che ha vissuto l’esperienza drammatica dei lager o che ha fatto, come Antonio Amoretti, le Quattro Giornate di Napoli. Siccome i testimoni viventi non sono tanti, è così importante il loro racconto soprattutto in questo momento storico, quando nuovi fascismi avanzano insieme a crudeltà e rischi devastanti, dobbiamo ricordare che significano i valori di libertà, fratellanza e giustizia che sono scolpiti nella Costituzione repubblicana e che devono trovare sempre nuova linfa. Napoli è una città che ha fortemente consolidati questi valori, sin dal ’43 quando da sola si è liberata dal nazifascismo

Leggi
Sindaco di strada

100 ragazzi delle nostre scuole cittadine, impegnati ad accogliere turisti e cittadini grazie al progetto alternanza scuola/lavoro

Ho incontrato circa 100 ragazzi delle nostre scuole cittadine, impegnati ad accogliere turisti e cittadini grazie al progetto alternanza scuola/lavoro.
Quest’anno oltre 250 ragazzi formati nelle loro classi hanno imparato le tecniche di comunicazione e accoglienza turistica presso il Maschio Angioino e Palazzo San Giacomo.
Grazie al loro impegno per la prima volta abbiamo potuto tenere le strutture sempre aperte al pubblico tutti i giorni, potendo raccontare la nostra storia in ben quattro lingue.
Dal prossimo settembre oltre 2500 ragazzi ci accompagneranno per 10 mesi nell’immenso patrimonio artistico che stiamo aprendo al pubblico.
In pochi anni grazie al progetto Museo Aperto e alternanza scuola/lavoro stiamo ponendo le basi affinché ci siano le condizioni per creare lavoro, imprenditoria giovanile e start up. Ma soprattutto far nascere l’interesse e passione per i ragazzi non solo della nostra città, ma per l’intera area metropolitana.

Leggi
Luigi de Magistris

Ancora una volta Napoli, tra tante sofferenze, dimostra di essere sempre più capitale dell’umanità. Oggi accolti, con cuore e organizzazione, 1500 migranti disperati, tanti bambini, giovani, donne. Persone in cerca di sopravvivenza, prima ancora che di vita. In città le iniziative culturali e sociali sono ormai diverse centinaia al giorno. Città che vive, grazie a Noi Napoletani, un riscatto e un risveglio mai visto. Napoli fiera e orgogliosa. I turisti, mai così tanti dal dopoguerra, apprezzano e ci stimolano a fare sempre meglio. Città anche inferno però. Gruppi organizzati e pericolosi continuano a delinquere e sparare. Camorra e non solo. Saranno sicuramente sconfitti dalla Città che non si piega. Loro rappresentano la morte, contro la vita. Napoli la sua parte la sta facendo tutta, in un quadro economico finanziario durissimo. Lo Stato faccia di più. Sicurezza e repressione dei reati sono prerogative dello Stato. Per strada la domanda più frequente dei cittadini è la sicurezza. I ministri passano, gli impegni presi si diradano come nuvole al vento, i problemi di sicurezza sempre gli stessi. Noi non molliamo e, comunque, vinceremo. Anche contro violenti e criminali, che nella loro vita, con le loro condotte, danneggiano la Città che non amano. Oggi Napoli offre alternative per tutti, anche per chi nella vita ha sbagliato. Si può cambiare, con una rigenerazione morale ed umana. Oggi, non domani. Con Napoli nel cuore.

Leggi