BagnoliFuorigrottaMunicipalitàMunicipalità 10Obiettivi raggiunti

Cosa è cambiato nella X Municipalità

    • Apertura Parco Mostra d’Oltremare: ingresso 1€ (Fino a 16 anni ingresso gratis). All’interno Bike sharing, mostre, eventi, concerti, fiere. Presenza per lo sport solidale dell’Associazione Mille Colori. Ritorna il Nautic Sud.
    • Riapertura Zoo: Riaperto dopo adeguamento agli attuali standard con realizzazione di fattorie didattiche
      Conduzione privata.
    • Prossima riapertura Edenlandia.
    • Ippodromo di Agnano: evitata la chiusura e il licenziamento dei lavoratori con affidamento a privati attraverso bando pubblico. Attività domenicali extra corse nel parco per famiglie.
    • Terme Agnano: in via di risoluzione affidamento area a un privato.
    • Strade rifatte: Via Diocleziano (2km.), Via Cavalleggeri d’Aosta (1,2 km.), Via Leopardi (1,5 km), Via Nino Bixio, primo tratto di Via Consalvo, Via Pirandello, Via Caio Duilio, Via Rossetti, Via Jacopo De Gennaro, Via Scuole Pie, Via Cumana
    • Via Leopardi: Asfaltato marciapiedi
    • Piazza Veniero (Piazzetta Maradona): Riqualificazione verde pubblico
    • Cestini gettacarte stradali con posacenere collocati in varie aree del quartiere
    • Mercatino rionale di Via Metastasio, ex Canzanella: Risanamento strutturale e del verde
    • Manutenzione aiuole Piazzale Tecchio e Viale Augusto
    • Affidamento aiuole ai privati uscita tangenziale Agnano e Viale Augusto
    • Realizzazione isola ecologica Via Labriola vicino piscina Scandone
    • Posizionamento e incremento dei contenitori stradali per la raccolta differenziata dell’umido
    • Deliberata il completamento della linea 6 ex Ltr ( Italia 90 ) Piazzale Tecchio – Piazza Municipio
    • Ristrutturazione esterno Scuola Leopardi, Scuola Tito Minniti, Scuola Silio Italico, 52° Circolo Loggetta, Riapertura palestra Scuola Console di Agnano.

  • Stiamo ultimando il nostro programma per i prossimi 5 anni grazie alla partecipazione attiva dei cittadini. Partecipa anche tu all’Agorà demA. E’ un luogo di incontro, di confronto e di socialità che si propone come spazio libero di partecipazione aperto al dialogo e alla cultura in tutte le sue forme.
    Il nostro modo di fare Politica! Agorà demA


  • Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Proponi le tue idee

Articolo precedente

#sindacodistrada #diario del 20 Aprile 2016 ...

Prossimo articolo

Cosa è cambiato nella IX Municipalità

8 Comments

  1. 11/05/2016 at 20:28 — Rispondi

    Bisogna che il Comune di Napoli e le relative Municipalità si mettano al passo con l’informatizzazione. Non è possibile che, in epoca di SPID, i cittadini napoletani debbano recarsi presso gli uffici comunali per assolvere a pratiche che possono compiersi via web.
    Faccio un caso personale: Mi si sono esaurite le caselle del mio certificato elettorale. Ho 75 anni e per avere un nuovo certificato elettorale mi debbo recare presso gli uffici comunali. Tale rinnovo potrebbe avvenire via web, con recapito a domicilio del nuovo certificato elettorale, fermo restando l’addebito delle spese di spedizione al destinatario.
    Questo mio quesito è meritevole di risposta?
    Cordialità
    Giovanni Pellizza

    • 12/05/2016 at 09:25 — Rispondi

      Ciao Giovanni Pellizza. In materia di “Elezioni”, i Comuni in Italia sono organi periferici del Ministero degli Interni. Agiscono solo da sportelli. Per cui tutte le attività in materia elettorale sono dettate dal Ministero degli Interni ai comuni tramite le Prefetture.
      Non è previsto alcun sistema informatizzato in Italia, il cittadino che termina la scheda deve recarsi di persona nella sua municipalità.
      A Napoli a differenza del resto d’Italia è necessaria denuncia se non si ha vecchia scheda. Questo su ordine della Prefettura di Napoli.
      Sul fronte anagrafe invece, abbiamo attivato da un anno circa i servizi online al cittadino (https://www.pmm.napoli.it/servizionline/portal) da cui è possibile ottenere tutti i documenti anagrafici su carta semplice e a breve anche in bollo.

  2. Patrizia
    11/05/2016 at 21:51 — Rispondi

    Tutto vero, un sacco di promesse mantenute!
    Spero vivamente di averti per sindaco per molto altro tempo… Napoli e la legalità sicuramente ci guadagnerebbero!
    Grazie!!!

  3. Mariano
    12/05/2016 at 05:18 — Rispondi

    Si dice cosa ha fatto ma perché non si dice cosa non ha fatto , nella campagna elettorale aveva promesso tantissime cose incominciando dalla raccolta differenziata un bene per le casse comunali……….

    • 12/05/2016 at 09:14 — Rispondi

      Ciao Mariano. La raccolta differenziata è stata attivata in tutta la città, il Porta a Porta (PaP), solo in alcuni quartieri.
      L’estensione del PaP è stata molto rallentata perchè si è potuta realizzare solo con fondi comunali. La Regione e il Governo (Ministero dell’Ambiente) non hanno mai dato i fondi promessi. Per tale motivo si è potuta attivare il PaP nei quartieri dove la copertura economica era possibile grazie ai proventi della lotta all’evasione.
      Ecco perchè si pensa sempre di più che Napoli possa farcela da sola, senza aiuti esterni, ci vorrà più tempo, ma non si è più dipendenti da enti terzi. Ad oggi nei quartieri dove si è attivato il PaP si è al 65% in media di riciclo del rifiuto. La media cittadina vicino al 30%.
      Nei prossimi 5 anni con le sole forze interne è possibile attuarla in tutta la città in modo graduale.

  4. Leopoldo
    14/05/2016 at 14:12 — Rispondi

    Egr. Sindaco, il tratto di strada compreso tra i civici 51, 53 e 55 di via bixio perché sono sistematicamente esclusi dall’essere asfaltati? È un tratto di neanche cinquecento metri di cubetti di porfido ormai usurati dal tempo e che danno vita ad incidenti stradali molto pericolosi specie quando piove… transita anche il bus 181 che fa un’enorme fatica nel frenare anch’esso per il problema su citato…. aspettiamo il morto per asfaltare quel breve tratto di strada? Grazie e buon lavoro.

    • 17/05/2016 at 09:40 — Rispondi

      Nessun tratto è escluso senza una motivazione. Le strade vengono manutenute dalle Municipalità se sono strade secondarie o dal servizio centrale se sono strade primarie. L’ordine della manutenzione delle strade dipende da tanti fattori, fondi disponibili e tempi per indire gare.
      Su 4096 strade non è semplice stabilire una priorità su tutte, ma nel tempo saranno asfaltate tutte.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *