Sindaco di strada

“Chi vuole che gli italiani governino se stessi, …

“Chi vuole che gli italiani governino se stessi, faccia invece subito eleggere i consigli municipali, e dia agli eletti il potere di amministrare liberamente; di far bene e farsi rinnovare il mandato, di far male e farsi lapidare. Non si tema che i malversatori del denaro pubblico non paghino il fio, quando non possano scaricare su altri, sulla autorità tutoria, sul governo la colpa delle proprie malefatte. La classe politica si forma così: con il provare e riprovare, attraverso fallimenti e successi. L’unità del paese non è data dai prefetti e dai provveditori agli studi e dagli intendenti di finanza e dai segretari comunali e dalle circolari ed istruzioni e dalle autorizzazioni romane. L’unità del paese è fatta dagli italiani. Dagli italiani, i quali imparino, a proprie spese, commettendo spropositi, a governarsi da se”.

Luigi Einaudi, 1944

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Non credo affatto che don Patriciello, nel ...

Prossimo articolo

Oggi la prima udienza del processo sulla ...