Luigi de Magistris

Con l’entrata in vigore delle città metropolitane …

Con l’entrata in vigore delle città metropolitane – nel 2015 – al posto delle province il legislatore, nel 2014, aveva escluso che la cultura potesse rientrare tra le funzioni del nuovo Ente.
A Napoli ci aveva già pensato l’ex presidente della provincia Luigi Cesaro a cancellare i finanziamenti per i teatri napoletani.
Le leggi vanno sempre interpretate e da Sindaco metropolitano ho previsto e finanziato l’ingresso della città metropolitana nel Teatro San Carlo dopo l’uscita della Provincia nel 2014, ho confermato e finanziato la presenza nel teatro Stabile di Napoli dopo il disimpegno della provincia e ho nuovamente previsto e finanziato la presenza nel teatro Trianon chiuso dalla mala politica del passato.
Ho motivato che la cultura è sviluppo economico e quindi materia rientrante nelle funzioni della città metropolitana.
Loro ci soffocano e noi ci liberiamo. Ce la mettiamo tutta, anche con poche risorse. Alla Regione compete irrogare le risorse europee destinate ad enti ed situazioni locali.
La cultura è vita, sviluppo. Ma non ci fermiamo certo qui, anche se l’impresa e’ stata assai ardua.
Come Comune di Napoli stiamo provando a sostenere i cd. Teatri piccoli – ma così straordinari nella loro produzione – che il Ministero nel 2015 ha lasciato senza fondi.
Vinceremo anche questa lotta.
Vogliamo sempre più Napoli capitale della cultura.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

#Lavoro ...

Prossimo articolo

Attenzione le visite guidate dell'8 e del 9 Agosto ...