Posts Tagged

sindacodistrada

Sindaco di strada

#Domenica #sindacodistrada
Ore 21.00 – Lina Wertmüller al Maschio Angioino

Nella magnifica cornice della sala dei Baroni del Maschio Angioino ho assistito allo spettacolo della Signora Lina Wertmüller, uno spettacolo da lei ideato e condotto per rendere omaggio a Napoli e al legame tra cinema e musica. Tanti i racconti e gli aneddoti raccontati avvenuti durate la sua lunga carriera composta da oltre 30 film, collaborazioni con attori e registi di fama mondiale, prima donna ad aver ricevuto la candidatura all’Oscar come migliore regista.
Due ore emozionanti, raccontate con delicatezza da una donna che ha saputo raccontare nei suoi film argomenti complessi e attuali soprattutto della nostra Napoli, orgoglioso di averLe conferito nel dicembre scorso la cittadinanza onoraria della città di Napoli.

Leggi
Sindaco di strada

#Domenica #sindacodistrada
Ore 18.00 Palazzo delle Arti di Napoli

Festival e Mostra fotografica “Imbavagliati” – Palazzo delle Arti di Napoli

Sono stato alla mostra fotografica “Imbavagliati” che abbiamo voluto ospitare al PAN, festival del giornalismo, dedicato ai cronisti, fotografi e inviati che nel mondo denunciando intrecci tra criminalità e politica, rischiando la loro stessa vita per l’indipendenza e la libertà di stampa.
La mostra fotografica sarà aperta fino al 24 settembre al PAN, tantissimi i partecipanti da tutto il mondo, dalla Russia, Siria, Turchia al Marocco, tante le storie di denunce contro regimi che vogliono sempre più imbavagliare chi ha il coraggio di denunciare. Simbolo della manifestazione la Mehari di Giancarlo Siani baluardo di un giornalismo che non si è voluto piegare e “imbavagliare” per la verità. Abbiamo voluto fortemente questa manifestazione perché Napoli é una città che toglie ogni laccio, ogni “bavaglio” dando voce e libertà a tutti.

Leggi
Sindaco di strada

#Domenica #sindacodistrada
Ore 16.30, San Pietro a Patierno – VII Municipalità

Ho accettato l’invito del centro Tennis Atheneo, una realtà sportiva presente nel quartiere San Pietro a Patierno, nei pressi dell’aeroporto di Capodichino, un “presidio” importante perché offre ai ragazzi la possibilità di dedicare tempo libero al calcio, al tennis e al nuoto. Una realtà viva nella nostra città in uno dei quartieri in cui per anni poco si è investito proprio per offrire una alternativa ai tanti giovani del quartiere. Grazie per l’impegno e la passione mostrata. Napoli è soprattutto questo, voglia di investire e offrire opportunità in zone da rendere sempre più centrali.

Leggi
Sindaco di strada

#SindacodiStrada – Domenica 11 Settembre

Ore 19:30: L’estate 2016 a napoli continua , con eventi, spettacoli, arte e cultura in tutta la città. Stasera nel cortile del maschio angioino ho assistito allo spettacolo ” o vic” commedia di Raffaele Viviani rappresentato egregiamente dalla compagnia Attori indipendenti. Davvero bravissimi. Complimenti!

Ore 21:30: Ringrazio l’associazione “farmaciste insieme” per l’invito e la calorosa e affettuosa accoglienza che mi hanno riservato alla serata di beneficenza organizzata presso la gloriette con la collaborazione dei ragazzi dell’orsa maggiore. Tante donne farmaciste dal cuore grande per la solidarietà e la vicinanza ai deboli.

Leggi
Sindaco di strada

Dalla “sospensione” alla “assoluzione” quando decisi di diventare #sindacodistrada

Quando un anno fa ci fu il tentativo di un golpe istituzionale, nel momento di maggiore sofferenza mio personale e istituzionale per la città, decisi di diventare #sindacodistrada, fu lì che il legame e la connessione con la gente, il fatto di stare sempre per strada è stato l’inizio di una grande rigenerazione polita.
Domenica 19 Giugno, la città darà un grande voto popolare e aumenterà ancora di più il nostro rapporto con la città.

intervista al TgCom24 – Paolo Liguori

Leggi
Luigi de Magistris

#sindacodistrada #diario del 1 maggio 2016

visita ai Girolamini
Ore 9:30 – Napoli conserva in ogni strada tesori storici immensi, uno di questi è a via Duomo, la Biblioteca dei Girolamini, purtroppo devastata dalla dissolutezza morale di chi doveva per sua funzione esaltarne la ricchezza.
Il grande patrimonio librario grazie al lavoro di seri funzionari dello Stato è stato piano piano recuperato e gli spazi della biblioteca la cui storicità trasuda da ogni angolo degli scaffali , in questo primo giorno di maggio si sono riempiti di curiosi, turisti, concittadini che insieme a me hanno goduto di questo splendido patrimonio.

teatrino di corte di palazzo Reale
Ore 10:30 – Ho partecipato come ogni anno alla cerimonia di consegna delle decorazioni delle “Stelle al Merito del Lavoro” conferite dal Signor Presidente della Repubblica ai lavoratori anziani benemeriti. Tante le eccellenze a Napoli e in Campania che ci rendono orgogliosi in tutto il mondo, giovani e meno giovani che dedicano la vita al lavoro ed allo sviluppo delle creatività.
Presenti anche moltissimi sindaci dell’area metropolitana di Napoli che testimoniano la vicinanza al tessuto sociale ed imprenditoriale dei territori. Insieme al coro delle voci bianche del San Carlo abbiamo salutato il sole che intanto fuori iniziava a fare capolino tra le nuvole.

piazza Calenda
Ore 12:00 – Per la celebrazione della giornata internazionale del lavoro a Napoli sono stati organizzati diversi momenti di riflessione. Da bagnoli al centro storico.
Il lavoro ancora oggi non è un diritto ma spesso si piega alle bieche logiche di sfruttamento.
I miei concittadini sanno del grande lavoro che ho messo in campo per salvaguardare gli interessi dei lavoratori, facendo scelte spesso contrastate da chi invece avrebbe dovuto esserne il garante.
Insieme a loro, al sacrificio di tanti, stiamo scoprendo una stagione nuova che ci vedrà sempre dalla parte dei diritti. In una realtà sociale soffocata da sistemi che tendono a strangolare i lavoratori, stiamo capovolgendo il concetto persino dei poteri forti. E’ il popolo il vero potere forte! Buon primo Maggio!

ippodromo di Agnano
Ore 13:30 – Nella zona occidentale di Napoli l’Ippodromo di Agnano oggi ha presentato il 67° gran premio lotteria – trofeo Saint Vincent . Ho avuto il piacere di premiare i vincitori della prima gara, ringraziando ancora una volta la passione e il coraggio degli imprenditori che insieme al Comune di Napoli hanno salvato la struttura dal fallimento. In un’epoca in cui, gli ippodromi chiudono per i tagli nei trasferimenti che i governi hanno attuato negli ultimi anni, noi abbiamo intrapreso la strada giusta per rendere fruibili queste strutture.

palazzo San Giacomo
Ore 18:00 – La Casa Comunale di Piazza Municipio, Palazzo San Giacomo, già aperta ai cittadini per le visite guidate gratuite durante tutto l’anno è stata protagonista di uno dei momenti dell’inaugurazione dell’edizione 2016 del Maggio dei Monumenti. Cittadini e turisti hanno ascoltato infatti gratuitamente il coro delle voci bianche del teatro di San Carlo diretto dal M° Stefania Rinaldi. Un’ ulteriore testimonianza del lavoro che abbiamo fatto durante questi cinque anni di avvicinamento delle Istituzioni ai cittadini. Un’ emozione profonda per tutti.

Piazza del Gesù
Ore 21:00 – Nella mente ancora le vibrazioni di un concerto che abbiamo regalato alla città in un luogo caro ai nostri giovani. Franco Ricciardi e “Paranza” hanno suonato per due ore coinvolgendo la piazza tutta. Tra il pubblico, giovani, meno giovani si sono presi per mano e fatti accompagnare lungo il percorso musicale che Franco ha “raccontato”. Un ringraziamento speciale a Gaetano Di Vaio che ha ricordato come nella vita con la volontà ci si possa riscattare sempre e a Franco che ha raccontato di una Napoli diversa consegnata da noi al popolo.
Con il popolo, per il popolo nel cuore sempre #napolintesta

Leggi
Luigi de Magistris

#sindacodistrada #diario del 29 Aprile 2016

Barra
Ore 10:00 – Ho visitato stamani la sede del Giudice di Pace di Barra. Il Comune ha avuto un ruolo decisamente determinante nell’evitare la chiusura della sede del Giudice di Pace a Barra, ritenendo che fosse necessario che un bacino di utenza molto ampio di utenti di giustizia minore ( ma non meno importante) potessero godere di un “Giudice di prossimità”. Per questa finalità in sinergia con gli organi forensi, e con l’apporto dell’Avvocatura Municipale, abbiamo esercitato una moral suasion verso il Ministero per far si che l’Ufficio del Giudice di Pace, inizialmente soppresso, venisse reistituto senza oneri per il bilancio comunale, ma mettendo a disposizione solo la sede di proprietà comunale. Sulla base di tale sollecitazione, con disposizione contenuta in un decreto legislativo,la sede è stata restituita ai cittadini della periferia orientale. Un risultato positivo per questa amministrazione, che dal primo momento ha privilegiato la soluzione del cambiamento della geografia giudiziaria nella città di Napoli a zero oneri per l’Ente.

Ore 11.30 – Piazza Mercato
Abbiamo ricordato il sacrificio di Gaetano Montanino, ucciso nel 2009 in piazza Mercato da uno spregevole criminale mentre svolgeva il suo lavoro di guardia giurata. Ho riabbracciato la figlia Veronica e la sua dolce mamma e deposto fiori sulla targa alla memoria, mentre i bambini e i ragazzi dell’istituto scolastico Campo del Moricino hanno gridato il loro ‘no’ alla violenza e alla malavita, lanciando come segno di speranza una nuvola di palloncini colorati verso il cielo. Tutte le istituzioni devono sentirsi responsabili della sicurezza e del benessere del territorio; noi abbiamo avviato un progetto di riqualificazione della zona di piazza del Carmine e di piazza Mercato, abbiamo restaurato le fontane del Seguro anche come presidio di bellezza, e abbiamo ottenuto un pattugliamento fisso di forze dell’ordine. Se ognuno di noi fa la sua parte, Napoli ha certamente la forza per superare qualsiasi criticità.

Centro Direzionale di Napoli
Ore 12:30 – Convegno “L’evoluzione delle famiglie nel terzo millennio” – Sala Metafora – Nuovo palazzo di giustizia – Centro Direzionale
Ho partecipato ad un incontro su una tematica a me molto a cuore, sulla quale l’amministrazione nel corso di questi cinque anni ha lavorato con ottimi risultati quali ad esempio l’istituzione del Registro Amministrativo delle Unioni Civili e del Registro dei Testamenti Biologici
Si è discusso di cosa sta cambiando nella società e di come si stia evolvendo la famiglia, si è parlato inoltre delle novità legislative e delle ultime innovative sentenze dei tribunali d’Italia. Un ringraziamento particolare all’avvocato Maria Giovanna Castaldo, organizzatrice del convegno.

Agorà demA, Via S. Brigida, 65 (www.agoradema.it)
Ore 15.30 – Agorà- Il mio pomeriggio è iniziato con un bel momento di democrazia all’Agorá. Ho incontrato alcuni rappresentati e dirigenti della CISL, persone a cui va il mio ringraziamento sincero perché avvicinarsi ad un’esperienza politica in cui ci si mette la faccia è importante e forte! Ho ascoltato interventi a cui ho risposto con piacere… Noi vogliamo essere il megafono di chi non ha potere, di chi fino ad oggi non ha avuto voce. Napoli è diventata un progetto politico. Ci stiamo candidando di nuovo per governare la città perché vogliamo dimostrare che si può cambiare, che Napoli sta assumendo una sua autonomia, autonomia che non significa isolamento. Con tutti i limiti, gli errori e le ferite della nostra città non abbiamo chiuso scuole o privatizzato rifiuti e pubblici servizi, non abbiamo licenziato nessun lavoratore anche nel momento di crisi più dura. Non ci siamo piegati al verbo generale imposto da un sistema inquinato, vogliamo sconfiggere quel sistema che guarda alla nostra Napoli come la città dell’illegalità … Abbiamo risanato i conti e siamo tornati ad essere credibili ed attrattivi. Uno dei nostri più grandi obiettivi è quello dell’autonomia del sistema bancario, tutelando l’economia reale con politiche di investimenti che puntino sempre più sui giovani e sulle Start Up. Il progetto “1000 giovani “per la riqualificazione della città e del verde vuole garantire ed incentivare sempre più la creazione di lavoro sul nostro territorio. Noi non facciamo click ma delibere… Grande è il nostro senso d’orgoglio, orgoglio rinvigorito dopo anni di depressione civica, politica e sociale. Noi non siamo un recinto, ascoltiamo tutte le sensibilità politiche. La nostra fonte più preziosa è la democrazia partecipativa perché i cittadini attivi sono il vero tessuto vivo della nostra città, città dell’amore che sa sorridere.

poliambulatorio Emergency di Ponticelli
Ore 14:00 – Oggi ho portato il mio saluto, ai mediatori culturali, medici e pediatri nel quartiere della periferia orientale di Ponticelli, dove è attivo un poliambulatorio di Emergency. La struttura in cui sorge il servizio è di proprietà del Comune di Napoli che abbiamo voluto rendere disponibile all’organizzazione fondata da Gino Strada, che si è poi occupata di ristrutturarla e attrezzarla.
La realizzazione del poliambulatorio è l’esempio di una straordinaria collaborazione tra l’amministrazione ed Emergency, realtà straordinaria che opera nel mondo. Abbiamo voluto insieme che questa struttura prima abbandonata diventasse un punto in cui fosse riconosciuto il diritto alla salute per i più deboli, per gli ultimi. Secondo il personale del poliambulatorio, gli utenti sono principalmente gli occupanti del vicino campo rom ed immigrati africani, ma anche napoletani che per diversi motivi non si recano nelle strutture sanitarie ‘classiche’. In media, il poliambulatorio accoglie ogni giorno tra le 15 e le 20 persone, con punte di 25 visite giornaliere.

Piazza Vanvitelli
Ore 18.30 – Ho partecipato alla presentazione del libro “Voci sulla città, de Magistris e la Napoli da raccontare”, un libro che abbiamo scritto con l’intento di indagare su quali trasformazioni abbiano contribuito al cambiamento di Napoli e su quali si deve ancora lavorare. Con me c’erano anche gli altri autori di questo testo. Troppo forte è la voglia di raccontare la nostra città, una città orizzontale e non più verticale, una città che non si è svenduta ma che ha tolto le ecomafie e rotto i rapporti tra politica e camorra. Sono orgoglioso della gente che vuole essere protagonista del proprio destino. Noi a Napoli abbiamo dimostrato che la politica non è tutta uguale, che siamo fuori dal sistema e questo al sistema stesso fa paura. Abbiamo liberato energie, le passioni sono fuori controllo, c’è tanta gente per strada e c’è una città che è rinata. Noi vogliamo consegnare sempre più il potere ai giovani e alle assemblee popolari… il vero potere forte è il popolo napoletano che viaggia continuamente per le strade e per i vicoli. Qui non ci sono cricche ma persone umane ed io stesso, sindaco di strada e sindaco delle istituzioni, voglio essere uno strumento per la mia gente. Napoli è e vuole essere sempre più una liberazione senza fine!

Leggi
Luigi de Magistris

#sindacodistrada #diario del 28 Aprile 2016

Hotel Royal – Congresso nazionale dei geologi
Ore 9.30 – Presso l’hotel Royal Continental ho aperto i lavori del congresso organizzato dagli Ordini Regionali e dal Consiglio Nazionale dei Geologi “La geologia che verrà”. Abbiamo affrontato tutte le “applicazioni della geologia”, mai città più di Napoli era idonea ad ospitare un evento di questo tipo. Nessuna, al pari della nostra, ha un patrimonio nel sottosuolo ricco e prestigioso tanto quello visibile a cielo aperto.

Liceo Genovesi
Ore 10:15 – presso l’aula Magna del liceo genovesi, ho partecipato alla cerimonia finale del progetto denominato “marchio per l’associazione amici del liceo genovesi ONLUS”, sviluppato da 33 alunni delle classi IV D del liceo genovesi e V Q dell’istituto Casanova ed organizzato dallo storico liceo di piazza del Gesù, da Euforika Napoli e dall’Associazione amici del liceo Genovesi.

Ore 11:00 – a Palazzo San Giacomo una bellissima ventata di gioventù: mi sono venuti a trovare le bambine ed i bambini del 51 ^ istituto comprensivo Oriani-Guarino.
Li avevo incontrati a Marzo presso la loro bella scuola ed avevo chiesto alla dirigente scolastica Daniela Oliviero di accompagnarli a Palazzo San Giacomo.
Dopo la sala della Giunta ed il mio ufficio ancora un momento di allegria con la consegna delle medaglie. Il loro sorriso mi accompagnerà durante tutta la giornata.

Ore 12: 00 – Presso una delle sale della scuola Style Dance in via Ben Hur ho partecipato all’evento pubblico Città bene comune.
Ringrazio gli organizzatori per avermi invitato e ringrazio Stefano Fassina che nonostante sia impegnatissimo per la sua campagna elettorale come Sindaco di Roma e’ venuto a Napoli, segno questo del fatto che sul piano politico a Napoli si sta combattendo una grande lotta. Abbiamo affrontato il tema del bene comune.
A mio parere chiunque agisce per la comunità, anche se si tratta di un “soggetto privato”, fa un bene per la città e va apprezzato.
È importante ricordare che Napoli è l’unica città ad aver mantenuto la sovranità popolare, articolo 1 della Costituzione – referendum 2011 per l’acqua pubblica. Altro bene comune per me fondamentale è l’appartenenza alla propria terra. Rappresenta il più grande processo di emancipazione e di liberazione delle persone soprattutto quando ricominciano ad avere orgoglio e un forte spirito di appartenenza ad una città. Rispetto a 5 anni fa Napoli ha un maggiore senso di dignità di orgoglio di partecipazione. Tutto ciò è fondamentale perché deriva dal senso di appartenenza non ad un partito ma alla propria città quindi è fondamentale riacquistare questo attaccamento alla propria terra per poterla difenderle meglio.

Agorà demA – Via S. Brigida, 65 (www.agoradema.it)
ORE 19.00, Agorà Dema via Santa Brigida- Sono stato in Agorà per il forum “Come è bella la città”, un incontro di grande interesse e partecipazione. Come intervenire nella nostra città e come offrire al meglio il nostro supporto: sono stati questi i temi degli interventi del dibattito di questo pomeriggio. Ho dato il benvenuto anche a Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde Europeo, con cui mi sono confrontato più volte a Bruxelles e Strasburgo. Un ambiente caldo in cui si respira aria pulita, un mare pieno di persone, è questo quello che ho trovato in Agorà e mi sono reso sempre più conto di quanto a Napoli non ti puoi mai sentire solo perchè sei sempre accompagnato. La nostra forza è sempre stata il rapporto con la gente. Facendo il sindaco di strada mi sono aperto sempre più al dialogo, ricevendo abbracci, carezze ma anche rimproveri… funziona così quando ci metti la faccia. Napoli è città-paese, città-mondo, città-rivoluzione e la nostra rivoluzione comincia proprio dalle cose più semplici. Invertiamo i termini: si parla di progresso, sviluppo, crescita.. più consumi, più distruggi, più sei felice… è esattamente il contrario. Acqua, terra, aria, piccole opere pubbliche: sono questi veri segnali di controtendenza. Napoli è la città dell’acqua pubblica, la città dove la sovranità popolare viene rispettata! E’ la città del sole, dell’energia solare e della sostenibilità ambientale. Siamo orgogliosi del nostro porto denuclearizzato. Fare la rivoluzione governando: questo è quello che stiamo cercando di fare. Mentre gli altri alzano mura e mettono filo spinato, noi diamo cittadinanza ai figli degli immigrati, riconosciamo matrimoni omosessuali contratti all’estero. Napoli è una città di mare, il suo popolo è sintesi di contaminazioni culturali. Fondamentale è la nostra riconquista della nostra terra, una terra che produce a chilometro zero, una terra di passione, una terra vulcanica che sprigiona energie. Numerose sono state le nostre delibere sul bene comune, sugli usi civici. Il potere forte di questa città è il suo popolo, è il popolo che dà forza al sindaco e questo sindaco non si rivolge a sistemi inquinati, cricche e concentrazioni di poteri ma alla sua gente.
Napoli è una città con un grande cuore: umanità, accoglienza, sorrisi e creatività colpiscono sempre i turisti che raccontano finalmente una Napoli diversa. Tutto questo non fa solo bene al cuore ma anche all’economia, mette in moto un grande valore economico. Napoli è diventata un vero laboratorio politico di strada. Il segreto è semplice: amiamo la nostra città, l’idea che si può cambiare…soffriamo ed in fondo i napoletani hanno nella loro storia la sopportazione della sofferenza ma se cadiamo, ci rialziamo più forti di prima e neanche il piombo fuso può ributtarci giù. Con coraggio, onestà, autonomia e schiena dritta abbiamo liberato energie. Ci vuole una sintesi chiaramente, una quadra… è questa la nostra sfida ed è necessario una sempre maggiore responsabilizzazione dei cittadini.
Facciamo girare un po’ lo stivale, non accontentiamoci della sufficienza. Ci sono tanti problemi e siamo consapevoli che il percorso è appena iniziato. A noi però non servono opere faraoniche.. tutte le nostre sfide portano ad uno straordinario obiettivo: benessere comune individuale e collettivo, eliminazione delle disuguaglianze economico-sociali. Stando insieme, abbiamo scritto un’importante pagina di dignità.
Passione, coraggio e forza sono il miglior risultato in un mondo fatto di mala politica, mal’affare, filo spinato ed indifferenza. Puntiamo ora ad un’internazionalizzazione della città. Napoli cuore del Mediterraneo, città europea con il cuore rivolto al Sud, porta tra Oriente e Occidente, che rispetta e crede nei diritti e nella giustizia.

Teatro Mercadante
Ore 21:00 – Sono stato presso la sala del ridotto del Mercadante a vedere la bella piece teatrale di Giovanni Meola “Il giorno della laurea”. Cistiana Dell’Anna ed Enrico Ottaviano hanno interpretato magistralmente una coppia borghese vittima delle frustrazioni di una società massificata: splendido!

Ore 22:30 – Sono passato alla festa di compleanno della mia assessora Alessandra Clemente: auguri!

Leggi
Luigi de Magistris

#sindacodistrada #diario del 27 Aprile 2016

Barra
Ore 9:00 – Mi sono recato presso la scuola XLVIII circolo didattico Claudia Russo nel quartiere di Barra. Le ragazze e i ragazzi di questo istituto hanno svolto dei bellissimi progetti multiculturali di educazione alla diversità, intrattenendo relazioni e scambi con l’estero. Sono orgoglioso di questi giovani e delle loro e dei loro insegnanti. Oltre a questo progetto, la scuola porta avanti un prezioso laboratorio didattico musicale. Ascoltare il coro di queste voci mi ha regalato un’emozione fortissima; tantissimi artisti nazionali provengono da Napoli est. Il futuro di questi ragazzi è e deve essere arte e cultura. Poi il progetto archingegni con cui i ragazzi hanno disegnato la nuova Piazza De Franchis e l’amministrazione comunale ha adottato la delibera con cui si prevede la riqualificazione utilizzando il progetto risultato vincitore a scuola. Bravissimi tutti !

Castel dell’ovo
Ore 10:30 – Sono stato al Castel dell’Ovo per portare il mio saluto alla conferenza “Il crimine organizzato e l’economia legale”. Si è trattato di un importante incontro organizzato dal nostro Comune insieme a UNICRI, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di crimine organizzato, e al Dipartimento di Stato americano. Napoli è diventata un laboratorio di giustizia e legalità; abbiamo dimostrato come, mettendoci la faccia e con le mani pulite, é possibile fare antimafia, non a chiacchiere, ma con i fatti. Perché il vero brodo di cultura del crimine organizzato è la connivenza della mala politica. Dobbiamo partire dalle istituzioni per assicurare al nostro Paese un futuro di pace e giustizia, liberi dalla mafia e dalla violenza.

Ore 11:00 – A Palazzo San Giacomo ho ricevuto le ragazze e ragazzi provenienti da tutto il mondo protagonisti del progetto/laboratorio migrantour di integrazione dove cittadini migranti si offrono come guide turistiche delle loro città di accoglienza. É bellissimo vedere come l’identità originaria di questi nuovi nostri concittadini si fonda con la nostra cultura.

Camera di Commercio
Ore 12.00 – Ho portato il saluto della città ad un incontro organizzato dalla Camera di Commercio per promuovere gli investimenti italiani a Cuba e la cooperazione fra i due Paesi. Ho potuto quindi visitare la bella mostra di ‘carteles’ del cinema cubano con le fantasiose tavole degli artisti cubani; una pregevole iniziativa culturale promossa dall’Istituto di Cooperazione e Sviluppo Italia-Cuba e dall’associazione “Mira el sol”.

Stazione Centrale
Ore 14:00 – Oggi, al binario 9 della Stazione Centrale, ho portato il mio saluto ai bambini in pellegrinaggio per Lourdes con l’associazione Unitalsi. E’ stata una forte emozione vedere, nonostante le sofferenze, tante persone con un sorriso. Un grande lavoro delle famiglie e dei volontari Unitalsi che dà speranza e deve essere da esempio.

Ore 17:00 – Sono stato ad officiare il matrimonio di Emanuele e Renata al Maschio Angioino. Questi giovani sposi mi avevano espressamente scritto una lettera dove mi manifestavano il desiderio che fossi io a celebrare il loro matrimonio: è per me un piacere augurare loro una vita di amore e soddisfazioni.

Palazzo delle Arti di Napoli
Ore 18:00 – Sono stato al Pan, per assistere al vernissage e visitare la mostra #iPinhole. L’evento nasce dal talento di Luciana Latte e dalla caparbietà di Anna Riccardi, presidente della Fondazione Famiglia di Maria. Luciana è una straordinaria fotografa che per alcuni mesi ha lavorato con i ragazzi e le ragazze della Fondazione, usando la fotografia come strumento di coesione e conoscenza: i giovani sono stati invitati a fotografare il quartiere per raccontare la loro vita attraverso le immagini. Nasce così un percorso di emancipazione e scoperta del territorio e di se stessi, in un continuo rimando fra identità antropologica e del luogo: anima e corpo, passione e ragione.

Leggi
Luigi de Magistris

#sindacodistrada #diario del 26 Aprile 2016

Pianura
Ore 10:00 – Grazie alla dirigente scolastica, la Prof.ssa Salvia, a tutti gli insegnanti, alla comunita’ scolastica, ai genitori, ma soprattutto ai bambini del 72° istituto comprensivo Palasciano di Pianura per l’affettuosa accoglienza che mi hanno riservato stamattina. Le mie giornate lavorative sono sempre intense, ma ci tenevo particolarmente a visitare questa scuola.
L’istituto Palasciano è costituito da 4 plessi con circa 900 alunni ed io stamattina ho visitato quello di via Marrone.
Dalla visita delle aule addobbate con creazioni coloratissime (disegni e non solo) realizzate dagli alunni.
Dai racconti e dalle richieste di tutti i presenti e dalle interessanti domande dei bambini ho potuto percepire che più che una scuola è una grande famiglia che collabora insieme per migliorare e migliorarsi. Si respira forte il senso di comunità e di inclusione. Mi sono state fatte delle richieste di concreti interventi per risolvere alcuni problemi della scuola per renderla più efficiente, continuerò ad impegnarmi per cercare di aiutare i bambini a realizzare i loro sogni.

sala consiliare Città Metropolitana – S. Maria la Nova
Ore 17:00 – Ho portato il mio saluto agli stati generali di sovranità popolare – assemblea costituente di Napoli.

Incontro con giovani industriali di Napoli
Ore 21:00 – Ho accettato l’invito di alcuni giovani imprenditori di Napoli, fulcro delle nostre eccellenze partenopee. Ho dialogato sulle tante attività svolte in questi anni e sulle vittorie condotte proprio grazie alla stretta collaborazione tra il pubblico e il privato. Ho apprezzato i tanti consigli ricevuti per migliorare ancora di più la complessa burocrazia in città.
Grazie per l’invito e per avermi voi stessi fatto notare quanta strada è stata fatta in questi anni.

Leggi