InformazioniPolitiche sociali associazionismoTrasparenza e sicurezza

Napoli primo grande comune ad introdurre la nuova carta d’identità elettronica

Ancora una volta Napoli tra i primi grandi comuni in Italia

Siamo il primo grande comune ad introdurre la nuova carta d’identità elettronica al via nei quartieri Chiaia-San Ferdinando e San Giovanni a Teduccio, ma presto attiva in tutte le municipalità.
La nuova carta ha un supporto innovativo, ha le dimensioni di una carta di credito ed è dotato di un microprocessore a radio frequenza contenente tutte le informazioni sul cittadino.

Grazie alla collaborazione con il Ministero dell’Interno e l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato – IPZS, coadiuvati dai Servizi Anagrafici ed Informatici del Comune, sono terminati i primi test relativi alla emissione del nuovo documento d’identità elettronico.

Presso le Sedi di Chiaia-S.Ferdinando (Mun.1) e San Giovanni a Teduccio (Mun. 6), che già erogavano da anni il Servizio di emissione e rilascio della Carta d’Identità Elettronica, sono state emesse le prime nuove 100 CIE che, così come indicato nel Decreto Interministeriale del 23 dicembre 2015, saranno consegnate direttamente al domicilio indicato dai cittadini, entro sei giorni lavorativi.

La nuova carta d’identità si riceverà a casa non più al comune
La carta d’identità sarà “consegna al domicilio indicato”, a cura dell’Istituto Poligrafico di Stato, avvalendosi dei Servizi offerti da Poste Italiane, e “non più il rilascio a vista” presso gli Uffici Comunali, rappresenta solo una delle novità introdotte dalla diffusione del nuovo documento elettronico, che a breve segnerà la definitiva sospensione del rilascio di quello cartaceo e di precedenti “versioni” elettroniche.

La nuova CIE infatti, realizzata con un supporto in policarbonato e con le dimensioni di una carta di credito, personalizzata con la foto e i dati del cittadino e corredata da elementi di sicurezza (ologrammi, sfondi sicurezza, microscritture ed altro) è integrata con un microprocessore a radio frequenza (del tipo “senza contatto”) per la memorizzazione delle informazioni necessarie per la verifica della identità del titolare, inclusi gli obbligatori elementi biometrici primari (foto) e secondari (impronta digitale), avrà “a bordo” anche informazioni relative al consenso alla donazione degli organi.

Lo “strumento”, già predisposto per l’autenticazione in rete da parte del cittadino, consentirà la fruizione dei servizi erogati dalle PP.AA. e costituirà un “fattore abilitante” per l’acquisizione della identità digitale sul Sistema Pubblico di Identità Digitale – SPID e per la fruizione di altri servizi in Italia e in Europa.

Il costo della nuova Carta d’Identità Elettronica, fissato con Decreto 25.maggio.2016 del Ministro dell’Economia e delle Finanze di concerto con il Ministro dell’Interno e il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, a € 16,79 a cui si aggiungono € 5,42 per i diritti di segreteria applicati dal Comune, ammonterà complessivamente a € 22,21.

Come prenotarsi per la nuova nuova Carta d’identità elettronica

Il Ministero dell’Interno ha reso disponibile il sito istituzionale www.cartaidentita.interno.gov.it , nel quale è possibile trovare tutte le informazioni utili sulla CIE e sulle modalità di presentazione della domanda di rilascio, nonchè fissare direttamente “l’appuntamento” presso la Sede Comunale prescelta.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Stamattina a Roma incontro molto proficuo con ...

Prossimo articolo

Aggiornamento, Via Jannelli, San Giacomo dei Capri e Via Marina