Sindaco di strada

Ho incontrato in Comune Raphael Gonzalez, attivista del presidio di Standing Rock, negli USA, che si sta opponendo da mesi alla costruzione di un oleodotto che devasterebbe il territorio che era stato assegnato alle popolazioni indigene Sioux e metterebbe a repentaglio l’approvvigionamento dell’acqua per circa 18 milioni di persone. Ieri il presidio ha ottenuto una importante vittoria. La corte federale ha valutato l’opera in contrasto con alcuni articoli della costituzione americana. La lotta per i beni comuni è mondiale ! Solidarietà e sostegno da Napoli !

Leggi
Sindaco di strada

Abbiamo parlato di immigrazione, politica, sicurezza, e trasporti nella consueta trasmissione RE+BU+S su Canale 21

Leggi
Sindaco di strada

Nei giorni scorsi ho partecipato all’inaugurazione dell’antica pizzeria De’ Figliole ad Antignano. Ancora locali che aprono in una città sempre più viva

Leggi
Sindaco di strada

Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli accade ora, accade a Napoli.

Leggi
Sindaco di strada

Siamo orgogliosi che si sia svolto nella nostra Città il 40° congresso nazionale della società italiana di chirurgia vertebrale e gruppo italiano scoliosi alla presenza di tanti luminari della medicina specialistica.
Napoli, mi piace ricordarlo, è sede di eccellenze nel campo della ricerca, ricca di professionalità e competenze. Ma il tratto distintivo resta l’umanità. Nel rapporto tra paziente e medico, ciò che fa la differenza è il sostegno nella sofferenza.
Assistiamo purtroppo sempre più spesso alla violazione della costituzione nelle sue parti fondamentali con l’articolo 9 – La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica- l’art. 32 La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.
Quando i diritti dei più deboli si devono piegare al profitto, è segno che la democrazia si è ammalata e sta assumendo un carattere degenerativo.
Ringrazio pertanto tutti i convenuti e il Presidente del Congresso per aver scelto la nostra Città per lanciare un messaggio d’amore e di speranza.

Leggi
Sindaco di strada

In questi anni ho avuto modo di conoscere la lotta dei detenuti politici palestinesi nelle carceri israeliane e delle loro famiglie. Una battaglia di civiltà giuridica per i diritti dell’uomo. Esiste il diritto di Isreale a vivere in pace e sicurezza. Tale diritto è legato a quello del popolo palestinese ad avere uno stato sovrano e legittimo sulle terre riconosciute loro internazionalmente. Attendo il giorno nel quale palestinesi e israeliani non faranno più notizia per fatti tragici, nel frattempo ho portato il mese scorso la mia dovutà solidarietà a chi era in sciopero della fame insieme ai detenuti palestinesi.

Leggi
Sindaco di strada

Ho portato nei giorni scorsi il saluto al nono congresso dell’Unione sindacale territoriale della CISL di Napoli. Ho voluto sottolineare alla platea dell’Hotel Ramada il proficuo e serrato confronto che in questi anni c’è stato con questo sindacato.
Ho ricordato ai delegati che la nostra Amministrazione nonostante la delicata situazione derivante dal pre-dissesto non solo ha tenacemente difeso tutti i livelli occupazionali ma ha anzi proceduto ad un mirato piano di assunzioni.

Leggi
Sindaco di strada

L’episodio avvenuto presso l’Ospedale San Paolo è intollerabile, da anni affermo che i commissariamenti producono danno, no al commissariamento della Sanità. Ad oggi solo annunci robaonti ma pochi fatti, servono risorse bisognerebbe sforare il patto di stabilità. Ne ho parlato a Lente di ingrandimento su Televomero

Leggi
Sindaco di strada

86 milioni di euro per realizzare progetti di sviluppo urbano sostenibile: queste le risorse messe a disposizione dall’Unione europea attraverso il programma PON Metro 2014-2020 oltre ad una premialità pari a oltre 5 milioni di euro se tutte le 14 città italiane interessate dal Programma operativo nazionale riusciranno a raggiunge gli obiettivi di spesa prefissati entro il 31 dicembre 2018.
Questa la notizia emersa dalla presentazione alla Città e alla stampa svoltasi a Castel dell’Ovo che abbiamo fatto nei giorni scorsi.
Quattro le linee di azione per cui verranno impiegate le risorse: agenda digitale metropolitana per un valore di 13 milioni di euro; sostenibilità dei servizi pubblici e mobilità urbana con un valore di 32 milioni; servizi per l’inclusione sociale per un importo di 21 milioni e infrastrutture per l’inclusione sociale con 18 milioni. Per quanto riguarda la prima linea di azione, il Comune finanzierà 12 progetti con l’obiettivo principale di migliorare la qualità dei servizi ai cittadini e agli utenti con la creazione di una piattaforma di servizi online interattivi. Con questo strumento i cittadini potranno accedere ai servizi di pagamento dei tributi locali; usufruire dei sevizi delle biblioteche comunali attraverso tablet e smartphone, consultare on line l’archivio dei cataloghi delle collezioni d’arte del Comune, inviare domande per l’assegnazione di alloggi pubblici e ottenere, attraverso un’app scaricabile sul telefonino, notifiche sull’andamento delle pratiche. Saranno inoltre potenziati i servizi per il turismo accessibile con app e geolocalizzazione. Le gare partiranno entro l’anno. Per quanto riguarda la mobilità, le risorse PON Metro saranno impiegate per ampliare il parco bus incrementando i livelli di efficienza, eco sostenibilità ed economicità. I nuovi bus avranno sistemi di videosorveglianza, localizzazione, climatizzazione e pannelli informativi. Sarà inoltre resa moderna e adeguata la rete semaforica cittadina che oggi, sugli assi principali, è composta da 270 impianti obsoleti e infine sarà realizzato un nuovo sistema di monitoraggio per le Gallerie Quattro Giornate, Laziale e Vittoria. Sul fronte dell’inclusione sociale, saranno attivati progetti per superare il disagio abitativo attraverso l’attivazione dell’Agenzia sociale per la casa. Inoltre saranno attivati programmi di autonomia guidata, di inclusione socio economica, progetti a tutela delle donne vittime di violenza e di sostegno dei senza fissa dimora. L’ultima linea di finanziamento riguarda la riqualificazione e il recupero di alloggi di edilizia pubblica e strutture di ospitalità. Con 9 milioni del PON Metro si sta avviando la riqualificazione della Vela B che non sarà abbattuta, mentre per quanto riguarda le strutture di ospitalità si procederà alla riqualificazione della Casa della socialità, nel rione Don Guanella, della Casa di riposo Signoriello e della struttura Cardinale Mimmi.
Aver ottenuto queste risorse è un risultato eccezionale ma sono ancora una goccia nel mare se guardiamo a quanto è estesa l’area metropolitana di Napoli. Ho ribadito la necessità che le città siano direttamente destinatarie dei fondi europei così come chiedono da tempo l’Anci e i sindaci. Il Paese deve scegliere, deve avere il coraggio e l’intelligenza di affidare direttamente le risorse alle città che devono essere non solo beneficiarie, ma anche enti intermedi perché in questo modo non si restituirebbero tante risorse all’Europa come purtroppo fanno le Regioni e anche perché si ridurrebbero i tempi per ottenere i fondi. Le amministrazioni locali in sinergia con le altre istituzioni e in connessione con il territorio sono più efficaci e più rapide e soprattutto realizzano progetti che davvero servono alle comunità e non come quando, in stanze chiuse, si prendono decisioni per opere pubbliche inutili o che non vengono mai realizzate.

Leggi