Luigi de Magistris

#sindacopernapoli #diario del 25 Febbraio 2016 …

#sindacopernapoli #diario del 25 Febbraio 2016

Osservatorio permanente sulle indagini e sulle istanze relative alla Terra dei Fuochi.
Ore 9.30 -Oggi il qualità di sindaco della città metropolita con il Vice Sindaco del Comune di Napoli, Raffaele del Giudice, abbiamo firmato l’atto con cui viene costituito, presso la Città Metropolitana di Napoli, l’ “Osservatorio permanente sulle indagini e sulle istanze relative alla Terra dei Fuochi. L’Osservatorio è un nuovo strumento di partecipazione che la Città Metropolitana si è dato e proprio su un tema tanto importante come quello della difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini. In questo modo la Città Metropolitana di Napoli intende esercitare un ruolo partecipato nelle politiche ambientali. Dell’ Osservatorio fanno parte la Città Metropolitana di Napoli e il Comune di Napoli.Gli Enti pubblici e le Istituzione pubbliche che faranno formale richiesta di adesione e si impegneranno a rispettare quanto previsto dalla Carta d’Intenti potranno entrare a far parte del Centro Osservatorio. Ma soprattutto ne faranno parte associazioni, comitati e movimenti che in questi anni hanno lottato con forza e coraggio a difesa dei territori contro ecomafie.

Polo dello Shipping
Ore 11: 00 – Sono stato presso il Polo dello Shipping, una eccellenza italiana, luogo di confronto per il settore armatoriale, tanto importante per Napoli, per partecipare a un convegno, organizzato da Sidera Private Consulting, finalizzato a rafforzare la cooperazione economica Napoli-Romania. E’ stato un piacere intervenire alla presenza dei sottosegretari rumeni Ion Pargaru e Sava Catalin, insieme ai partner istituzionali e privati rappresentati da Nicola Coccia, presidente del Polo, e Munteanu Constantin e Siliviu Radu. Insieme per crescere.

Palazzo San Giacomo -150esimo anniversario nascita di Benedetto Croce
Ore 12:00 – Abbiamo commemorato il 150esimo anniversario della nascita di Benedetto Croce con la deposizione di una composizione floreale davanti al busto, che si trova nell’antisala della Sala Giunta, che ritrae l’intellettuale. Croce è stato un grande pensatore, intellettuale, filosofo e storico che ha illuminato il Novecento i cui legami con la città di Napoli sono ancora vivissimi in città. Credo che l’impegno per ricordarlo al meglio è essere uomini liberi che pensano con la propria testa impegnarsi nella vita pubblica seguendo quei principi di etica e moralità che Croce e altri importanti intellettuali del Novecento ci hanno tramandato.
Una cerimonia arricchita dalla presenza degli studenti del liceo classico ‘Genovesi’ dove Croce conseguì la maturità e del liceo classico ‘Vittorio Emanuele’ dove studiarono le sue figlie. E proprio gli studenti sono stati protagonisti offrendo ai presenti la lettura di un passaggio del ‘Manifesto antifascista’ di Croce e di un brano tratto da ‘Il pensatore che cammina’ di Emma Gianmattei preside della facoltà di Lettere dell’Università Suor Orsola Benincasa.

Maschio Angioino – osservatorio permanente sull’islamofobia
Ore 16:30 – Ho partecipato all’incontro di presentazione, presso il Maschio Angioino, dell’Osservatorio permanente sull’islamofobia, promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco, l’Osservatorio Internazionale per i diritti e il Coordinamento Internazionale degli Enti locali del Mediterraneo. La retorica dello “scontro di civiltà” e la paura dell’Isis hanno scatenato una pericolosa forma di xenofobia che dobbiamo combattere con l’integrazione e sul piano dei diritti. Ne ho parlato con l’onorevole Khalid Chaouki, l’archimandrita Mtanios Haddad, il magistrato Nicola Quatrano e il giornalista Francesco Romanetti.

Celebrazione 143 anni della nascita di Enrico Caruso
Ore 17:30 – Sono stato alla parrocchia dei SS. Giovanni e Paolo a celebrare il grande tenore Enrico Caruso, nei 143 anni della nascita. Caruso è nato qui, a Sangiovannello, e la gente è molto legata a chi ha reso Napoli celebre in tutto il mondo, officiando la grande tradizione operistica italiana. “Qui dove il mare luccica”, ho visto anche il suo certificato di battesimo.

A cena con Enzo Avitabile
Ore 21.00 – Questa sera a cena con Mimmo D’Alessandro e Enzo Avitabile, voce e anima partenopea. Per Napoli ci sarà tanto da fare e molti progetti sono già in via di realizzazione grazie anche alla vulcanica mente del grande Enzo. Grazie ai ragazzi della “La trippa”, che ci hanno deliziato con la loro cucina tipica partenopea.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

L’unica maniera per vincere questa guerra è ...

Prossimo articolo

Siamo senza partiti, non abbiamo finanziamenti ...